lat. 45.07873
long. 7.39691

Le pietre di Avigliana


Page non traduite - lire ci-dessous la page dans sa langue d'origine...
Automobile - Treno - Bicicletta - A piedi

 

La città di Avigliana presenta molteplici motivi di interesse geologico, fra i quali l’impiego delle pietre come materiali da costruzione nel Borgo medioevale e la cornice di uno spettacolare paesaggio glaciale ricco di colline moreniche, massi erratici e rocce montonate e striate.

Lo sperone roccioso su cui è costruito il castello di Avigliana è formato da rocce metamorfiche di origine oceanica (prasiniti) che subaffiorano lungo i versanti del rilievo. Gli affioramenti rocciosi hanno il tipico aspetto delle “rocce montonate”, ovvero si presentano in superficie come piccoli rilievi a forma di gobba di montone (o “a dorso di cetaceo”). Inoltre esse sono levigate e striate per effetto dell’esarazione glaciale. Localmente, sulla superficie rocciosa, sono presenti degli incavi circolari noti come “coppelle”, interpretate come incisioni rupestri. Altre rocce montonate si trovano in località ‘Pietra piana’.