lat. 45.12542
long. 7.14777

Piega della cava di Meitre


Page non traduite - lire ci-dessous la page dans sa langue d'origine...
Lasciando l’automobile nella frazione Meitre di Bussoleno la cava si raggiunge in pochi minuti di cammino, in prossimità della cava della Combassa (ancora attiva); La cava è anche raggiungibile in 30’ di cammino (o 10’ in bicicletta) dalla stazione di Bussoleno.
Punti di ristoro e alloggio a 1 km

 

La piega della cava di Meitre si trova in una cava dismessa impostata su un dosso roccioso che sovrasta la frazione omonima del Comune di Bussoleno. Da essa venivano estratti degli gneiss di colore molto chiaro ricchi in fengite (minerale lamellare di colore verde pallido) che ricordano la più nota "Pietra di Luserna" cavata in Val Pellice. Il geosito è stato scelto sia perché offre la possibilità di comprendere la storia deformativa di queste rocce, che si presentano intensamente piegate, sia perché il litotipo che veniva estratto e lavorato nella cava si presenta particolarmente bello, molto simile al "verde elegante" attualmente sfruttato nella vicina cava della Combassa. La cava di Meitre si colloca nel settore inferiore del versante destro della bassa Valle di Susa ed è caratterizzata da una serie di dossi montonati, levigati dal ghiacciaio che in passato scorreva lungo il fondovalle, separati da piccole valli secondarie parallele a quella principale. Il sito di cava risulta anche essere una bellissima balconata che si affaccia sul fondovalle e sul versante settentrionale della bassa Valle di Susa, dominato dai 3538 m del Rocciamelone.